Trekking Gole del Bussento

Descrizione

Giunti in bus nel cuore del Parco del Cilento incontreremo la nostra guida e ci dirigeremo all’imbocco del sentiero. Partiremo da quota 600 m sul livello del mare lasciando il paese alle nostre spalle. Il primo tratto è in discesa ma diventa subito evidente che ci troviamo su un tracciato che richiede un po’ di impegno: il fondo è irregolare e spesso disseminato di massi oltre ad essere esposto al sole. Procedendo con cautela raggiungiamo la prima vallata entrando nella boscaglia che ci concede un po’ di refrigerio. Dopo una discesa però c’è sempre una salita. Capiamo subito che il dislivello è “simpatico” e procediamo con calma per non affaticarci. I massi intanto continuano a farci compagnia per la gioia delle nostre caviglie. Scolliniamo per la prima volta: è inevitabile fermarsi qualche minuto per godersi il paesaggio privo di ogni traccia umana. Finalmente riecco la discesa. Non è il caso di accelerare, tra non molto riprenderemo a salire non poco. Il dislivello complessivo è di 650 metri passando da 50 m sul livello del mare a circa 700 m di quota. Come volevasi dimostrare ecco il secondo strappo in salita, il più lungo probabilmente perchè ci vedrà impegnati per circa 1 ora o poco più. Mantenendo un ritmo moderato ma costante guadagneremo la “vetta” ancora una volta. Il paesaggio circostante lascia senza fiato: si tratta del Cilento più recondito, quello più autentico. Una immensa distesa verde costellata da pareti di roccia altissime ci illudono di essere in prossimità delle Gole che ci aspettano all’arrivo. Purtroppo o fortunatamente c’è ancora un po’ di strada da fare. Scendiamo nella vallata e raggiungiamo finalmente una zona pianeggiante. La vegetazione bassa cede il passo a imponenti alberi di latifoglie. Entriamo nel bosco e ci godiamo il refrigerio dell’ombra e il lusso di un fondo regolare e battuto. Un po’ di tregua per le nostre gambe. Dopo circa un paio di km usciamo allo scoperto e con grande soddisfazione riusciamo a scorgere in lontananza il borgo di Morigerati, la nostra destinazione, ma non ultima tappa. Scendiamo a passo lesto fino ad approdare nella parte più bassa della vallata. Si sente forte e chiaro il rumore dello scorrere dell’acqua ma la vegetazione fitta non ci concede per ora la vista del fiume. Ancora qualche centinaio di metri e saremo arrivati in prossimità di un ponte in pietra. Si tratta di un ponte romano molto bello che conserva ancora i parapetti laterali. Il fiume si palesa proprio sotto il ponte… si tratta del Bussento? No, non ancora. Questo è il Bussentino, un suo affluente. Per raggiungere il Bussento ci toccherà scollinare per l’ennesima volta. Niente paura, ci siamo quasi. Usciamo sulla provinciale e intraprendiamo gli ultimi 3 km di strada (questa volta asfaltata) risalendo una decina di tornanti. Ecco il paese finalmente. Siamo arrivati a Morigerati. Missione compiuta? No… o meglio quasi. A questo punto ciascuno di noi potrà scegliere se accedere all’Oasi wwf Grotte del Bussento (optional 4€) oppure restare in piazza e riposare per poi rientrare. La riserva merita tantissimo ma per visitarla occorre affrontare una discesa di 2 km e relativa salita al ritorno. Chi se la sente procede. Raggiunto il punto più basso troveremo due volontari del wwf che ci daranno qualche info in più sullo spettacolo a cui stiamo per assistere. Svoltando a destra sul sentiero scenderemo lungo una scala in pietra e entreremo nella famosa Grotta del Bussento in cui il fiume riaffiora dopo aver percorso circa 6 km sotto terra. Si tratta di una vera e propria cattedrale naturale con volte altissime, pareti imponenti e in basso acqua limpidissima proveniente dalle rapide poco distanti. Ci tratteniamo per qualche foto per poi spostarci sul lato opposto e scendere sulle rive del fiume. Qui il muschio la fa da padrone tappezzando terreno, rocce, tronchi e persino i rami degli alberi penzolando copioso verso il basso a mo di pianta rampicante. Ma non è finita qui. Seguendo il corso d’acqua lungo un sentiero ben segnalato raggiungeremo l’ultima attrazione: il mulino medievale a pale orizzontali affiancato da un enorme soffione d’acqua. E’ una costruzione di rilevanza storica davvero singolare di cui avremo modo di parlare direttamente sul posto. Ultimo giro ultima corsa signori! Ci aspettano 2 km di salita “croccante” per tornare in paese e concludere il trekking.

03:00 partenza da BARLETTA Casermette via Andria
04:00 partenza da MOLFETTA via Molfettesi d’Argentina 14
04:30 partenza da BARI via Capruzzi L.Sorrentino
05:15 partenza da GIOIA via Fratelli di Svevia presso Q8 Gioia Nord
09:30 arrivo all’imbocco del sentiero e inizio trekking
14:00 fine del circuito, ingresso e visita all’Oasi WWF Grotte del Bussento (optional 4€)
16:00 partenza in bus per il rientro a Gioia Bari Molfetta Barletta
21:30 arrivo in serata a Gioia Bari Molfetta Barletta

Leggi attentamente le nostre Condizioni di vendita, Regolamento di viaggio e le eventuali Condizioni di Assicurazione Annullamento Daily. Orari e tappe possono quandunque subire variazioni imputabili a cause di forza maggiore o esigenze organizzative che saranno comunicate nei tempi e nei modi disponibili all’organizzazione.

LEGGI ATTENTAMENTE QUANTO SEGUE
Non sottovalutare il percorso: trekking di livello EE lungo circa 13 km con un dislivello medio positivo di 650 m e negativo di 600 m. Pertanto è indispensabile un’ottima forma fisica, sana costituzione, puntualità, spirito di collaborazione, e tanta buona volontà (come piace dire a noi). In assenza di tali requisiti meglio lasciar stare.

LUNGHEZZA 13 km
DIFFICOLTA' EE
DISLIVELLO 650 m
FONDO STRADALE sterrato

SCARPE DA TREKKING OBBLIGATORIE
In assenza della scarpa indicata non autorizzeremo il partecipante ad intraprendere l’escursione. Non sono accettate scarpe ginniche, da trail, e ogni e qualsivoglia altra tipologia. Se hai dubbi sulla scarpa che possiedi o che stai per acquistare non esitare a contattarci.

PORTA CON TE
– ZAINO con all’interno 1,5L di acqua, pranzo a sacco, giacca a vento, kway, occhiali da sole, cappellino con visiera. Porterai con te questo zaino durante il trekking.
– UNA BORSA A PARTE con all’interno scarpe di ricambio pulite per viaggiare in bus, giubbino, abbigliamento extra, varie ed eventuali. Lascerai sul bus questa borsa con tutto ciò che non è indispensabile durante il trekking.
– Scarpe da trekking, abbigliamento comodo e a strati.

D – Posso prenotare da sola/solo? Non trovo un/una compagna/o di viaggio con cui partire.
R – Certo! La maggior parte dei nostri compagni di viaggio prenota individualmente e conosce gente nuova durante i nostri viaggi di gruppo

D – Devo portare tutto nello zaino durante il trekking? Anche scarpe di ricambio e eventuale abbigliamento di ricambio?
R – No, no. Potrai lasciare in bus scarpe e abbigliamento di ricambio e tutto ciò che non è indispensabile durante l’uscita.

D – Cosa succede se il meteo prevede pioggia il giorno della partenza?
R – Il pomeriggio che precede la data partenza noi dell’organizzazione e le nostre guide leggiamo le carte meteo e prendiamo una decisione. Se si tratta di pioggia debole l’escursione solitamente è confermata salvo diversa comunicazione da parte nostra. Se si tratta di precipitazioni intense rimborsiamo in primis tutti i partecipanti e se possibile inseriamo una nuova data che eventualmente il partecipante potrà prenotare.

D - Cosa succede se dopo aver prenotato non posso più partire?
R- Se non hai acquistato la Polizza Annullamento sarai soggetta/o alle penali di cancellazione riportate nelle nostre condizioni di vendita che ti invitiamo a consultare.  Se hai acquistato l'Assicurazione Annullamento Daily e le cause della tua cancellazione sono contemplate nelle condizioni di polizza potrai ricevere un rimborso al netto di uno scoperto di 20€ aprendo un sinistro. Ti invitiamo a tal proposito a leggere le Condizioni di Assicurazione Annullamento Daily pubblicate sul nostro sito.

D – Sono ammessi animali nelle vostre uscite?
R – Purtroppo al momento non siamo in grado di accogliere gli amici a 4 zampe nelle nostre attività. Stiamo lavorando al fine di poter organizzare uscite pet-friendly nel prossimo futuro.

SCARPE DA TREKKING OBBLIGATORIE
pena il negato imbarco/esclusione dal trekking. Non sono accettate scarpe ginniche, da trail, e ogni e qualsivoglia altra tipologia. Se hai dubbi sulla scarpa che possiedi o che stai per acquistare non esitare a contattarci.

RIMBORSIAMO IN CASO DI PIOGGIA
Il pomeriggio che precede la partenza alle 18:00 l'organizzazione valuta le carte meteo: con piogge deboli solitamente confermiamo la partenza. Con piogge forti rimborsiamo tutti i partecipanti avvisandoli con un sms.

Potrebbe interessarti anche

linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram