ToscanAvventura 3 POSTI dal 30 ottobre al 1°novembre

 717

PROGRAMMA DI VIAGGIO dal 30 ottobre al 1° novembre

venerdì 29 ottobre

  • 23:00 partenza da Bari e Molfetta

sabato 30 ottobre

  • 09:30 arrivo presso il Fiume Termale con acqua a 37°. Giornata libera con possibilità di balneazione. 
  • 16:00 rientro in Hotel 
  • 21:00 Cena, segue serata libera e pernottamento
domenica 31 ottobre
  • 7:00 colazione
  • 7:30 spostamento in bus a Pitigliano
  • 9:30 incontro con la guida e inizio del Trekking alle Vie Cave
  • 17:00 rientro in Hotel
  • 21:00 Cena, segue serata libera e pernottamento

lunedì 1 novembre

  • 7:00 colazione
  • 7:30 spostamento in bus a Civita di Bagnoregio
  • 9:30 arrivo alla “Città che Muore” e consegna dei biglietti. Segue mattinata libera.
  • 13:30 rientro in bus a Bari e Molfetta
  • 22:00 arrivo stimato a Bari e Molfetta
ORARI CON VALORE PURAMENTE INDICATIVO. LE TEMPISTICHE POSSONO SUBIRE VARIAZIONI
Svuota

Descrizione

3 posti per ToscanAvventura dal 30 ottobre al 1°novembre

GIORNO 1 – Il Fiume Termale

Giunti a destinazione scenderemo dal nostro bus ed entreremo nella boscaglia attraverso un sentiero che ci condurrà sulle sponde di un fiume di acqua termale caldissima. Costeggeremo il corso d’acqua fino a raggiungere una radura in cui il torrente ha creato vere e proprie vasche naturali sparse tra le querce. Faremo il bagno in un’aqcua limpidissima che scorre ad una temperatura di 37° ai piedi di conformazioni rocciose alte decine di metri ricoperte da un calcare talmente bianco da sembrare neve. Dalla sommità di queste rocce, tra le stalattiti, sgorga altra acqua termale caldissima che in alcuni punti incontra piccole sorgenti di acqua fredda. L’esperienza ha dell’incredibile.  Nel pomeriggio rientreremo in hotel. La cena è servita.

GIORNO 2 – Trekking alle Vie Cave Etrusche

Sveglia di primissimo mattino e colazione veloce. Ci odierete ma la levataccia è indispensabile. La nostra guida escursionistica ci aspettana. Inizia così il nostro trekking nella “zona dei tufi” ripercorrendo le antiche strade di comunicazione che un tempo collegavano i suggestivi paesi di Sovana e Pitigliano. Questi antichi tracciati, denominati “Vie Cave”, sono stati totalmente scavati dall’uomo nella roccia e si sviluppano tra due vertiginose pareti tufacee che attraverso un tortuoso procedere, si inerpicano fino alla sommità dei declivi, dove sorgono i centri abitati. Il tragitto che andremo a percorrere è in questo senso uno tra i più affascinanti del territorio perché ci condurrà simultaneamente alla scoperta degli aspetti geologici, naturalistici, storici ed antropologici che caratterizzano la zona dei tufi e ci guiderà in un ambiente ancora pressoché incontaminato dove l’uomo ancora si considera un suddito della natura. Pausa pranzo velocissima durante il percorso con barrette energetiche o snack. Al termine rientreremo in bus in hotel per la cena.

GIORNO 3 – La Città che muore

Dopo la colazione ci recheremo in provincia di Viterbo, al confine tra Toscana e Lazio. Benvenuti a Civita di Bagnoregio, uno dei borghi più belli d’italia collocato in cima ad una rupe. Per raggiungere “la città che muore” è necessario attraversare a piedi un ponte lungo decine di metri con vista suggestiva sulla  vallata e sui calanchi scavati dall’erosione dell’acqua nel corso dei millenni. Il paese di origini etrusche si presenta attualmente con edifici medievali e stretti vicoli da esplorare per poi raggiungere la piazza che con il suo belvedere si affaccia su uno strapiombo altissimo.  All’ora di pranzo si rientra a casa… purtroppo. Le cose belle non durano mai abbastanza.

DOVE SI DORME E COME SI MANGIA

Abbiamo selezionato un hotel in puro stile anni 90 come piace a noi. Si tratta di un hotel 3 stelle a conduzione familiare funzionale allo scopo: è collocato sul lungolago in modo da darvi la possibilità di uscire la sera dopo cena… ma tanto non lo farete perchè sarete stanchi morti. Le camere sono dotate di tutti i comfort necessari. Il ristorante è collocato fuori dall’hotel. Si mangia benissimo, lo abbiamo testato personalmente, ma sicuramente ci sarà il MasterChef di turno che troverà qualche portata salata o insipida. Fa parte del gioco. SCHERZI A PARTE la struttura merita ed è a nostro giudizio sovradimensionata rispetto alla tipologia di viaggio che affronteremo: è un viaggio avventura, non dimentichiamolo.

La quota comprende: viaggio e spostamenti in bus, 2 notti in hotel, 2 cene complete, 2 colazioni, escursione e bagno al fiume termale, trekking guidato alle Vie Cave, biglietto di ingresso a CIvita di Bagnoregio.  La quota non comprende quanto non menzionato alla voce la quota comprende.

LEGGI ATTENTAMENTE QUANTO SEGUE:

Consigli indispensabili e “cose” ovvie e scontate che però ci preme precisare:
– Trattandosi di un viaggio avventura è indispensabile un’ottima capacità di adattamento, spirito di collaborazione, buona forma fisica e tanta buona volontà (come piace dire a noi). In assenza di tali requisiti meglio lasciar stare.
– Adotteremo come sempre un pullman comodo guidato da autisti esperti. Abbiamo creato un itinerario snello studiato per garantire la migliore fruizione. Tuttavia tieni in conto che gli spostamenti, tappe e orari sono soggetti alla qualità delle strade e alle condizioni di traffico. Non a caso vi faremo alzare presto al mattino. Ammettiamo di essere un tantino sadici ma la levataccia è indispensabile al raggiungimento delle mete e all’espletamento del programma. Diversamente saremmo sommersi dal traffico e dagli ingorghi. Non dimentichiamo che durante il ponte di Halloween si sposta chiunque e le strade sono prese d’assalto non solo in Toscana.
– Per quel che concerne la prima giornata è opportuno tener conto del fatto che il fiume termale si trova in un bosco e nei dintorni non sono presenti servizi di alcun tipo. Del resto è bello proprio per questo. A tal proposito è indispensabile portare con se pranzo a sacco e acqua. Riponi in una borsa a parte: abbigliamento di ricambio, costume da bagno, telo mare/accappatoio, ciabattine, scarpe da mare/scoglio e tutto quanto ritieni necessario per poter effettuare la balneazione termale all’aria aperta. Non dimenticare che siamo in natura e che quindi non ci sono spogliatoi , camerini ecc… non si tratta di un centro commerciale.
– In merito all’escursione alle Vie Cave è indispensabile portare con se: zainetto, scarpa da trekking, k-way,  abbigliamento a strati, acqua e pranzo a sacco composto da barrette energetiche e snack. A fine escursione ci saranno punti ristoro ma non ne garantiamo l’apertura. L’itinerario può subire variazioni in base alle condizioni meteo e del tracciato giudicate in maniera insindacabile dalla guida escursionistica.
– La giornata a Civita di Bagnoregio sarà gestibile in maniera più semplice. Nel borgo sono presenti servizi turistici di vario genere: un panino da qualche parte riusciremo a procurarcelo.

 

Informazioni aggiuntive

PARTENZA DA

, ,